“La gestione dell’immigrazione deve essere umana, equa ed efficace. Noi cerchiamo di salvare i migranti che si trovano nei nostri mari. Quindi il nostro comportamento è straordinario da questo punto di vista. Ma occorre anche capire che non si può essere aperti senza limiti, a un certo punto il paese che accoglie non ce la fa più”. Così il presidente del Consiglio Mario Draghi rispondendo ad una domanda sull’immigrazione al termine del vertice intergovernativo con la Turchia. “È un punto che la ministra Lamorgese ha posto in Unione Europa, lo abbiamo posto oggi a Erdogan, lo diremo alla Grecia quando la incontreremo. Forse noi siamo il paese meno discriminante e aperto, ma anche noi abbiamo limiti e ora ci siamo arrivati”, ha concluso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vertice di Ankara, la conferenza stampa di Draghi e Erdogan: segui la diretta

next