Si chiama “Il meglio di Andrea Pucci” (il meglio?) lo spettacolo in scena al Carroponte di Sesto San Giovanni, nelle date di martedì 28 giugno, mercoledì 29 giugno e giovedì 30 giugno 2022. E proprio durante la performance, il comico milanese avrebbe fatto un’affermazione incommentabile: “Abbiamo passato tutto l’anno scorso a farci tamponi, si entrava in queste strutture dove ti infilavano il tampone in una narice, se erano stron*i anche nell’altra, se erano ancora più stron*i in bocca, se invece ti chiamavi Zorzi, nel cu*o”. Tommaso Zorzi ha risposto attraverso una Instagram Story: “Una mia amica ieri va a sentire lo spettacolo di Pucci e mi manda poi questo audio – nella storia si sente la ragazza che riporta la battuta del comico – Parliamone un attimo… Cioè, anche no”, dice il conduttore. Che aggiunge: “La cosa che mi fa impazzire è che tu che cosa ne sai di dove lo prendo io, tu come fai ad arrogarti il diritto di salire sul palco e dire che io lo prendo…, è una roba che mi fa impazzire. Poi questa cosa omossessuali e quindi… Sono passati 40 anni da quando poteva far ridere una cosa del genere! Immaginate se io salgo sul palco e dico ‘Oh ragazzi ho rotto l’aspirapolvere ma non so se comprare una nuova e usare la moglie di Pucci con quello che ******’, tu mi diresti giustamente ‘tu sei pazzo’, ‘come ti permetti’. Ora perché a te fa ridere “gay=tutti lo prendiamo…”, a tre giorni dal Pride di Milano? Non lo so Pucci, credo tu mi debba delle scuse”. Poco dopo Zorzi conclude: “Tra l’altro ho scoperto che mi ha bloccato su Instagram, cioè in tutto questo mi ha anche bloccato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Paola Barale: “Mi offrono grandi cifre per i reality ma dico no. Non hanno bei contenuti”

next