Shanghai torna gradualmente alla normalità a partire dal 1 giugno. Dopo il lungo periodo di lockdown riprendono a circolare i mezzi e ripartono le attività ma sempre con il presupposto di contenere il rischio generale di diffusione del Covid-19.

Gli autobus, l’intera rete di transito ferroviario e i servizi di traghetto hanno ripreso a funzionare, così come le auto private e i veicoli aziendali che possono circolare normalmente, salvo nelle aree classificate a medio e alto rischio e in quelle sottoposte a gestione a circuito chiuso o a controllo restrittivo. Chi entra nei luoghi pubblici con chiari requisiti di prevenzione e chi prende i mezzi di trasporto pubblico deve essere in possesso di un referto di tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 ore precedenti. Riprendono gradualmente anche le attività di vendita dei negozi: i centri commerciali, i supermercati, i minimarket, le farmacie e altri esercizi commerciali prevedono un flusso totale di visitatori limitato al 75% della capacità massima. E torna in presenza anche la scuola.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Grato per l’accordo sul sesto pacchetto di sanzioni Ue. Mosca perderò economicamente la guerra”

next
Articolo Successivo

Palestina, i militari israeliani sparano e uccidono la reporter Ghufran Hamed Warasneh. “Si avvicinava con un coltello”

next