Uno spray nasale per abbronzarsi rapidamente. Questa l’ultima tendenza social (di cui avremmo fatto volentieri a meno). E i medici avvertono: “Si rischia il cancro alla pelle”. A parlarne è il Daily Mail, che racconta come gli spray si stiano diffondendo molto tra gli adolescenti anche perché hanno accessibile, circa 9 sterline. Interpellata dalla testata britannica, la dottoressa Emma Wedgeworth della British Skin Foundation ha spiegato che questi spray che stimolano eccessivamente le cellule che producono melanina, potrebbero portare a cancri della pelle, anche mortali. La dottoressa Shotter ha aggiunto: “Non sono stati regolamenti, né autorizzati, non vi è alcun test al riguardo. È assurdo. Ed è preoccupante che siano ovunque, specialmente su TikTok. Nessuna delle aziende che vendono questo prodotto deve pagare la pubblicità perché chi lo mostra lo fa gratuitamente”. Inalando oppure con qualche goccia sotto la lingua, così alcuni “influencer” stanno diffondendo una pratica sbagliata e pericolosa su TikTok. Alcuni medici hanno deciso di utilizzare la stessa piattaforma per contrastare il fenomeno degli spray, cercando evidentemente di raggiungere lo stesso tipo di pubblico che li acquista. Come la dermatologa Whitney Bowe – 364mila follower – che ha sostanzialmente ribadito i rischi per la salute causati da questi spray, dai più banali, come la nausea e il mal di testa, fino a quelli più gravi: il melanoma. “Uno spray nasale al giorno toglie il pallore di torno”, ha scritto Georgia Fox (più di 3 milioni di like su TikTok), a corredo del filmato in cui inala la sostanza.

“Questo spray contiene la molecola Melanotan 2, peptide prodotto dalla nostra ghiandola pituitaria. Lo spray che lo utilizza originariamente era stato pensato per la disfunzione erettile – ha spiegato a Repubblica la dottoressa Marcella Ribuffo, dermatologa all’istituto IDI di Roma, nonché presidente Lilt Roma e provincia -. Si presenta sotto forma di diverse marche e nomi commerciali, ma la molecola è la stessa. Si è diffuso in Gran Bretagna, dove non è autorizzato dall’Agenzia del farmaco e viene venduto per favorire l’abbronzatura. […] Dopo l’inalazione dell’ormone contenuto nel farmaco, viene consigliato dagli influencer di esporsi alle lampade abbronzanti, oppure al sole. E ciò aumenta il rischio di cancro alla pelle“. Poi la dottoressa ha aggiunto: “Un altro aspetto da considerare è che con questi spray nasali si incoraggiano le persone ad aumentare l’esposizione al sole, rischiando scottature ed eritemi. Ricordo che sul foglietto illustrativo di questo farmaco indicato per la disfunzione erettile non vengono prescritti altri utilizzi. Quindi è off-label, cioè qualsiasi effetto collaterale che possa nascere dall’uso dello spray nasale per altre funzioni, come l’abbronzatura, è perseguibile penalmente”. Infine Ribuffo ha concluso: “Il sole fa bene, però bisogna essere educati a prenderlo nel modo giusto”.

Articolo Successivo

Nancy Pelosi, il marito arrestato per guida in stato di ebbrezza: “La cauzione è stata fissata a 5000 dollari”

next