Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha spiegato di aver chiamato il presidente russo, Vladimir Putin per “chiedere se si potesse far qualcosa per sbloccare il grano” che oggi “è nei depositi in Ucraina perché la crisi alimentare che si sta avvicinando, avrà proporzioni gigantesche e conseguenze umanitarie terribili”. Raccontando la telefonata, Draghi ha sottolineato: “Poi la conversazione si è sviluppata, ed è stata essenzialmente una conversazione del presidente Putin su temi più generali – ha spiegato – Ha parlato quasi esclusivamente lui”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La conferenza stampa del premier Draghi al termine del Consiglio dei ministri: segui la diretta

next
Articolo Successivo

Guerra in Ucraina, Draghi dopo la telefonata con Putin: “Se ho visto spiragli di pace? La risposta è no” – Video

next