Continental è la prima azienda ad avviare la produzione di pneumatici fabbricati con filato di poliestere ottenuto da bottiglie di plastica in PET (acronimo di polietilene tereftalato, anche detto polietilentereftalato: trattasi di una resina termoplastica adatta al contatto alimentare) riciclate.

Questo nuovo materiale, che manda in pensione il poliestere convenzionale utilizzato nella costruzione della carcassa, sarà inizialmente utilizzato in misure selezionate – alcune fra le più diffuse del mercato – per i pneumatici estivi PremiumContact 6 ed EcoContact 6 e per il pneumatico AllSeasonContact. Già, ma quante bottiglie servono per fabbricare il poliestere da PET necessario per produrre quattro gomme? “Un set di pneumatici standard contiene il poliestere ottenuto da circa 40 bottiglie in PET riciclate”, rispondono da Continental.

Questa tecnologia prende il nome di ContiRe.Tex e il poliestere a cui dà vita è ricavato senza alcun passaggio chimico intermedio, da vecchie bottiglie in PET che provengono esclusivamente da regioni senza un sistema di riciclaggio a circuito chiuso. Dopo la triturazione meccanica, il PET viene ulteriormente trasformato in poliestere granulato e, infine, filato. I pneumatici ContiRe.Tex ora sul mercato sono prodotti nello stabilimento di Lousado, in Portogallo e riportano un logo speciale sul fianco (“Contains Recycled Material”).

“Abbiamo portato la nostra innovativa tecnologia ContiRe.Tex alla fase di produzione in soli otto mesi. Sono orgoglioso di tutto il team per questo straordinario risultato”, afferma in una nota ufficiale Ferdinand Hoyos, responsabile business replacement di Continental in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA): “Stiamo costantemente espandendo la quota di materiali rinnovabili e riciclati presenti nei nostri pneumatici. Entro il 2050, al più tardi, miriamo a utilizzare solo materiali sostenibili nella nostra produzione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Porsche e Hyundai, investimenti e partnership globali sui carburanti sintetici

next
Articolo Successivo

Il parco auto circolante in Italia? E’ tra i più vecchi e inquinanti d’Europa

next