Nella riunione in corso a Roma con all’ordine del giorno la nomina degli organismi dirigenti nazionali, il Comitato nazionale dell’Anpi eletto a fine marzo dal congresso di Riccione ha confermato Gianfranco Pagliarulo nella carica di presidente nazionale dell’associazione. Gli astenuti sono stati soltanto due su 37 membri. Pagliarulo, 72 anni, è a capo dell’Anpi dal 30 ottobre 2020, quando successe a Carla Nespolo. Giornalista pubblicista, dal 2001 al 2006 è stato senatore di Rifondazione comunista. Per aver espresso posizioni contrarie all’invio di armi all’Ucraina e per aver chiesto un’indagine indipendente sul massacro di Bucha, nelle ultime settimane l’associazione è stata travolta da un mare di polemiche: “L’Anpi sta subendo una vera e propria fatwa, nelle forme più ridicole e grottesche, oltre che più false”, anche da parte di “esponenti della cultura liberal democratica che così negano il pensiero critico e quel patrimonio di libertà e tolleranza che dovrebbe essere proprio di quella cultura. Questo è un dato inquietante non per l’Anpi ma per la democrazia italiana”, ha detto di recente Pagliarulo.

L’ultima polemica ha riguardato il manifesto per il 25 aprile di quest’anno, in cui l’associazione ha scelto di citare l’iconica frase dell’articolo 11 della Costituzione: “L’Italia ripudia la guerra“. Un riferimento letto – anche in questo caso – da una certa area culturale come una strizzata d’occhio al regiome di Vladimir Putin, tanto che nel proprio editoriale di martedì il vicedirettore del Corriere Massimo Gramellini si è spinto a riformulare la sigla “Anpi” in “Associazione nazionale putiniani d’Italia“. I media avevano cavalcato anche le dichiarazioni della segretaria della sezione di Bologna, Anna Cocchi: “Non c’è dubbio che la posizione espressa su Bucha è stata del nazionale, in un momento in cui non si sono ancora rinnovati gli organi e siamo in attesa di eleggere il presidente”, aveva detto. Ora però Pagliarulo è stato riconfermato a schiacciante maggioranza, segno che la quasi totalità degli iscritti ha condiviso le sue prese di posizione più recenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riforma Csm, Renzi ora strappa l’accordo di maggioranza: “Così è inutile, non la voteremo”. Ma Bonetti: “Da Iv pieno sostegno al governo”

next
Articolo Successivo

Colao nomina un uomo proposto dalla Lega come suo esperto di spazio: pace fatta con Giorgetti. E il Carroccio è di nuovo in orbita

next