Un pescatore e titolare di un peschereccio, Kamel Kaffaf, di 57 anni, di origini tunisine ma da circa un ventennio residente a Roccella Ionica, è morto all’alba del 18 febbraio mentre stava lavorando. L’episodio è avvenuto al largo di Punta Stilo, a Monasterace, nella Locride. L’uomo è deceduto per le gravi ferite riportate dopo essere stato risucchiato, rimanendo poi incastrato, dai cavi di acciaio di un verricello, uno strumento utilizzato per issare le pesanti reti a bordo delle imbarcazioni da pesca. A lanciare l’allarme sono stati gli altri tre pescatori che si trovavano al lavoro a bordo dell’imbarcazione “Iole”.

Sul luogo sono intervenuti i militari della sezione navale della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera di Roccella Ionica. A constatare il decesso dell’uomo, che aveva lesioni in più parti del corpo, è stato il personale medico del 118. Dopo l’arrivo al Porto di Roccella Ionica, la salma del cinquantasettenne è stata consegnata ai congiunti della vittima, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Locri.

Nel Ravennate invece un operaio di 44 anni è morto mentre stava potando degli alberi: l’uomo è caduto al suolo da un’altezza di alcuni metri. Ancora non si è capito cosa abbia causato l’incidente e non si esclude un cedimento del braccio meccanico. Sono intervenuti sia la Medicina del Lavoro dell’Ausl sia i carabinieri, oltre al magistrato di turno e il sindaco di Cervia, la città dove è avvenuto l’episodio. Le piante in questione – pini – fanno infatti parte del verde pubblico appaltato dal 2020 alla ditta Deltambiente per la quale lavorava il 44enne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Beppe Grillo cita Tridico: “Subito una legge su salario minimo e rappresentanza sindacale. Serve crescita orientata allo sviluppo umano”

next
Articolo Successivo

Birra del Borgo, in 42 rischiano il licenziamento: “Siamo sospesi con una spada di Damocle sulla testa”. Sindacati: “Si usino ammortizzatori”

next