Anche Skoda, dopo le “consociate” Volkswagen e Audi, ha presentato ufficialmente la versione slanciata del suo sport utility elettrico: Enyaq iV coupé, però, porta con sé anche la prima versione sportiva RS full electric della casa boema – preceduta solo da quella ibrida plug-in della Octavia RS iV – che arriverà nelle concessionarie a partire dal prossimo settembre.

La nuova Enyaq iV, realizzata sulla piattaforma modulare elettrificata del gruppo tedesco, ha un coefficiente aerodinamico di 0,23, è lunga 4,653 mm, larga 1,879 mm e alta 1,622 mm e con un bel passo di 2,765 mm, garantitogli proprio dalla MEB. Soprattutto però, nonostante l’altezza sia pari a quella del modello suv, questa vanta un coefficiente aerodinamico di 0,234, contro il cx dell’altra di 0,264.

Esteticamente ed esteriormente, pur avendo entrambe linee marcate, la Enyaq Coupé iV sembra avere un design più fluido, al quale contribuisce sicuramente la linea dell’ampio tetto (con vetri oscurati, di serie) che arriva a congiungersi con il lunotto posteriore: il frontale resta piuttosto invariato e si distingue solo per la Crystal Face nella versione RS (qui di serie, come optional per la versione classica), con 131 LED che ne illuminano i listelli verticali.

Sempre la versione sportiva di Enyaq coupé si distingue anche per la bordatura in nero lucido della calandra stessa, come pure della cornice dei finestrini e il diffusore posteriore, dove sul paraurti si trova la striscia rossa catarifrangente, elemento comune a tutte le RS. Quanto all’assetto, sia questa sia la versione Sportline prevedono assetto anteriore e posteriore ribassato, rispettivamente di 15 mm e di 10 mm.

Internamente non si differenzia molto dalla Enyaq iV suv, infatti è presente ancora sia il touchscreen centrale da 13 pollici per l’infotainment che la strumentazione digitale da 5,3 pollici, mentre su richiesta è possibile avere l’head-up display con realtà aumentata.

Passando alle specifiche tecniche, la nuova nata di casa Skoda è proposta in 4 livelli di potenza di cui due a trazione posteriore e due a trazione integrale. Enyaq iV 60 e 80 sono entrambe a trazione posteriore, ma la prima è equipaggiata con batteria da 58 kWh e ha un motore elettrico da 132 kW (180 Cv); iV 80, invece, ha una batteria da 77 kWh (la stessa che equipaggia anche iV 80x e RS) ed eroga 150 kW (204 Cv) di potenza, risultando essere la versione che garantisce più autonomia di guida, fino a 545 km (calcolati nel ciclo Wltp). La batteria da 77 kWh, inoltre, promette una ricarica dal 10% all’80% in circa mezz’ora alle colonnine di ricarica fast, mentre con la ricarica domestica richiede tra le 6 e le 8 ore.

Le versioni iV 80x e la sportiva RS, invece, sono a trazione integrale: nella prima, i due motori hanno una potenza complessiva di 195 kW (265 Cv), mentre nella seconda di 220 kW (299 Cv); la RS, poi, ha una coppia massima di 460 Nm, impiega 6,5 secondi a fare lo 0-100 e raggiunge una velocità massima di 180 km/h.

Per gli interni, infine, Skoda propone diversi livelli di allestimento (chiamati “Design Selection”) che propongono sedili realizzati in lana vergine e poliestere ottenuto da plastica di bottiglie in PET riciclate, come nel caso di “Lodge”, oppure pelle conciata senza l’impiego di materiali chimici ma estratto di foglie d’ulivo, come previsto dall’allestimento “ecoSuite”.

Articolo Successivo

Nuova Opel Astra Sports Tourer, la station wagon tecnologica ed stilosa

next