In un intervento a “Buongiorno” su Skytg24, il Presidente della Lombardia Attilio Fontana ha voluto sottolineare che molti dei nuovi infetti non si sono mai sottoposti alla vaccinazione: “Le persone non vaccinate neoinfettate sono superiori al 40%. Però è un 40% che rappresenta il 15% della popolazione. Quindi una percentuale molto alta di persone no vax che sono infettate”.

Inoltre, il governatore ha voluto ricordare che un anno fa la regione era in zona rossa e che “gli ospedali erano sotto una pressione indicibile. Oggi, sia per quanto riguarda i ricoveri in terapia ordinaria che in terapia intensiva, sta crescendo il numero ma è ancora sotto controllo“. Continua poi Fontana spiegando che per il momento in Lombardia due indici su tre, cioè l’incidenza e l’occupazione delle terapie intensive, indicano che la regione sarebbe già in zona gialla. Conclude infatti spiegando che “per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva” la Lombardia ha “da poco superato la misura fatidica del 10%, mentre per quanto riguarda le terapie ordinarie” si trova “al 12,3%“. Per ora l’unico parametro ancora da zona bianca è quello dei ricoveri nei reparti ‘normali’, che resistono al di sotto la soglia del 15%.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Agrigento, incendio in una casa del centro di Palma di Montechiaro: muore bambina di 2 anni e mezzo

next
Articolo Successivo

Palù (Aifa): “Allungare le vacanze scolastiche? Sì, ma solo se è possibile recuperare i giorni persi. L’incidenza tra gli studenti è aumentata”

next