Ieri a Milano la polizia di Stato ha indagato in stato di libertà per furto due cittadini peruviani, di 42 e 46 anni, e un cittadino boliviano 44enne, tutti con precedenti specifici per reati analoghi e compiuti sempre con “la tecnica dell’abbraccio”. Gli agenti della squadra investigativa del Commissariato Centro hanno individuato e indagato in stato di libertà i tre ladri autori del furto di due orologi Rolex, dal valore totale di oltre 20mila euro, ai danni di due cittadini italiani compiuti a novembre del 2019 fuori da un locale notturno
nel centro di Milano. I due cittadini peruviani avevano seguito fuori dal locale le due vittime intente a recuperare l’auto per tornare a casa e, dopo alcune avances sessuali, hanno sfilato loro l’orologio dal polso per poi raggiungere il complice che li attendeva poco distante in auto. Nella fuga, uno dei due ladri ha perso il cellulare che è stato poi ritrovato dai poliziotti del Commissariato Centro intervenuti sul posto. A seguito di analisi, gli investigatori sono risaliti all’identità della banda specializzata in furti con la tecnica dell’abbraccio.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Venezia, Brugnaro avvia un’azione di risarcimento nei confronti di chi ha pensato e realizzato l’ovovia sul Ponte di Calatrava

next
Articolo Successivo

Covid, il rapporto Censis: “Sempre più famiglie in povertà, cresce la depressione tra gli studenti. Per 3 milioni di italiani il virus non esiste”

next