Dopo la passerella con le rivali di sempre in un ultimo 50 metri, altro fuori programma nella cerimonia d’addio di Federica Pellegrini, che ha chiuso la propria carriera con la vittoria nei 200 stile agli Assoluti Invernali di nuoto. La ‘Divina’ infatti si è tuffata in piscina insieme al presidente del Coni Giovanni Malagò, in camicia e pantaloni. “Me l’aveva promesso”, ha raccontato poi la campionessa veneta. Presenti a bordovasca anche i genitori e il fratello di Pellegrini, oltre al suo fidanzato Matteo Giunta.

“È stato bellissimo: un po’ di tifo, un po’ di gente, è quello che volevo alla fine. Si chiude un cerchio come lo volevo, purtroppo per le restrizioni c’era meno gente di quanto avrei voluto, ma tutte quelle importanti c’erano”, ha detto Pellegrini ai microfoni di Rai Sport. Fino al blocco di partenza “è stato un aumentare di sensazioni ed emozioni, al limite del pianto dirotto; poi con la presentazione non ce l’ho fatta, ma sono riuscita a riprendermi in tempo per poter competere. Il tuffo con Malagò? Me l’aveva promesso, e lui è molto legato alla parola che dà”. Ora “ci saranno tantissime cose, l’impegno col Cio lo prenderò più seriamente di quanto abbia fatto fino adesso, quello sarà il mio lavoro”. Sul messaggio finale a chi resterà in piscina, il “non mollate mai”: “Il nuoto è uno sport di fatica, veramente difficile. Bisogna crederci, e questo in tutto quello che si fa nella vita. Bisogna trovare la forza per superare le difficoltà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Juventus indagata, parla John Elkann: “Collaboriamo con gli inquirenti. Vogliamo che la squadra resti grande”

next