Tredicenne spara a un bimbo di 5 anni e lo uccide. La tragedia è accaduta a Brooklyn Park, sobborgo nord di Minneapolis, nel Minnesota. Secondo quanto ricostruito dalla polizia locale l’uccisione è avvenuta per futili motivi, ovvero alcuni ragazzini con armi in mano stavano registrando un video da caricare online quando è partito accidentalmente un colpo. Il fatto è accaduto giovedì scorso alle dieci di sera nel garage di un’abitazione privata. È lì che cinque tra adolescenti e bambini si sono infilati in cantina mentre ai piani di sopra erano comunque presenti degli adulti. Uno dei ragazzini ha quindi preso in mano una pistola riposta su uno scaffale e nel tentativo maldestro di registrare un video da caricare sui social ha premuto il grilletto verso un bimbo di 5 anni che poi è morto sul colpo. Gli investigatori non sono sicuri se qualcuno dei genitori presenti ai piani superiori della casa stesse supervisionando i bambini e soprattutto non hanno ancora chiara la dinamica con cui i ragazzini hanno trovato la pistola carica.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vegano rifiuta il vaccino “perché testato sugli animali” e muore a 55 anni

next