Prosegue la ‘guerra del pesce’ fra Regno Unito e Francia. Il comitato nazionale della pesca francese ha annunciato il blocco del traffico merci agli accessi di tre porti della Manica: Saint-Malo, Ouistreham e Calais. Sulla terraferma bloccheranno invece l’accesso dei camion merci al terminale del tunnel sotto la Manica per alcune ore. “Chiediamo la soluzione immediata della disputa che ci oppone al Regno Unito nell’interpretazione dell’accordo della Brexit”, ha dichiarato Gérard Romiti, presidente del comitato. “La nostra pazienza ha dei limiti, è stata messa già troppo alla prova”, ha aggiunto.

La loro è una protesta per chiedere la concessione rapida da parte di Londra delle licenze di pesca post-Brexit. Sul tema è infatti in corso un contenzioso fra i due Paesi: in seguito all’uscita dall’Unione europea, il Regno Unito le ha negate a circa duecento dei quattrocento pescatori francesi che ne avevano fatto richiesta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salario minimo, l’eurodeputata Rondinelli (M5s): “Più dignità ai lavoratori e stop alla concorrenza sleale tra imprese di Paesi diversi”

next
Articolo Successivo

Politica agricola comune europea: una grande occasione perduta

next