“Conflitto d’interessi per il caso Delimobil? Ai cinque stelle dobbiamo tutti voler bene perché sono in una fase di sparizione. Le mie attività sono pubbliche, trasparenti che rispettano le leggi”. Così Matteo Renzi a margine della presentazione del suo libro a Potenza, rispondendo a una domanda sulle accuse di conflitto d’interessi per il suo ruolo di consigliere all’interno della più grande società russa di car sharing, la Delimobil.

“Forse – ha proseguito Renzi – sarebbe interessante sapere se i Cinque Stelle hanno qualcosa da dire sui legali soci del presidente Conte che, nell’ufficio che era di Conte, accompagnati da generali, controllati e nominati dallo stesso Conte, parlavano di mascherine che doveva acquistare il commissario scelto dal presidente Conte. Forse se il presidente Conte ci parla di questo, e i Cinque stelle si ricordano della loro battaglia sull’onestà ci divertiamo. Quanto a me le mie attività sono totalmente rispettose della legge, che è una cosa che – ha concluso – forse i Cinque stelle dovrebbero studiare di più”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salvini: “Pericolo fascista lo vede solo Letta. Mozione per sciogliere Forza Nuova? Sì a documento contro violenti di destra e sinistra”

next
Articolo Successivo

Lobby nera, la Meloni vuole vedere cento ore di girato? Basterebbero cinque minuti di Pasolini

next