I prezzi dei carburanti si adeguano prontamente ai nuovi rialzi del petrolio. Secondo i dati aggiornati del ministero della Transizione ecologica la benzina ha superato la soglia di 1,7 euro a litro. Nell’ultima settimana la media nazionale della verde in modalità self service si è attestata a 1,713 euro al litro, 2,6 centesimi in più rispetto a 1,687 euro della settimana precedente. La media del diesel è stata invece rilevata a 1,567 euro al litro contro 1,537 del precedente monitoraggio del ministero. Il Gpl è a 0,783 euro (da 0,717 euro) e il gasolio da riscaldamento a 1,375 euro (da 1,356 euro).

Secondo i calcoli dell’Unione consumatori “Dall’inizio dell’anno, dalla rilevazione del 4 gennaio, ossia in poco più di 9 mesi, un pieno da 50 litri è aumentato di 13 euro e 58 cent per la benzina e di 12 euro e 40 cent per il gasolio, con un rialzo, per entrambi, del 18,8%. Su base annua è pari a un rincaro ad autovettura pari a 326 euro all’anno per la benzina e 298 euro per il gasolio” prosegue l’associazione.

Ieri il petrolio ha chiuso le contrattazioni a New York per la prima volta dal 2014 sopra gli 80 dollari al barile con un rincaro nell’ultimo anno del 97%. Questa mattina i Brent, greggio di riferimento per i mercati europei, sale dello 0,2% a 83,8 dollari. Il costo del greggio incide però per circa un terzo sul prezzo finale dei carburanti, il resto è rappresentato in larga misura da tasse e accise e poi dai costi di raffinazione, trasporto e distribuzione. Questa mattina il Gestore del mercato elettrico ha comunicato che nella settimana da lunedì 4 a domenica 10 ottobre ha registrato un prezzo medio di acquisto dell’energia elettrica in Borsa (Pun) pari a 224,16 euro a Megawatt/ora (+23,94 euro a MWh, +12% rispetto alla settimana precedente).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Kristalina Georgieva resta in sella del Fondo monetario internazionale. Il board la “assolve” dalle accuse sull’indice doing business

next
Articolo Successivo

Privacy e lotta all’evasione, il governo sposta il punto di equilibrio copiando la legge tedesca. Visco: “Solo così si contrasta il fenomeno”

next