Un operaio di 48 anni – Giuseppe Siino – è morto sul posto di lavoro in un’azienda di Campi Bisenzio, non lontano da Firenze. È finito sotto un macchinario, forse un rullo: la Asl ha inviato sul posto i tecnici del Dipartimento di prevenzione sul lavoro. E sono in corso al momento accertamenti anche da parte dei carabinieri. L’episodio è accaduto all’Alma spa, industria specializzata nella produzione di moquette.

Sulla vicenda si espresso il segretario della Cgil Maurizio Landini: “Siamo di fronte a una strage perché ogni giorno continua a morire qualcuno sul posto di lavoro. Fin tanto che la sicurezza viene considerata un costo e non un investimento la situazione non cambia”, ha commentato in mattina da Empoli, dove si trova per assistere a un’iniziativa con il ministro del Lavoro Andrea Orlando.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dall’ex Ilva a Gkn, vertenze irrisolte e nuove delocalizzazioni allarmano i sindacati: “L’autunno sarà difficile e Giorgetti è politicamente assente”

next
Articolo Successivo

Smart working, Orlando: “Serve un accordo quadro nazionale”. Sul distanziamento in fabbriche e uffici parere del Cts entro il 30

next