Un attacco hacker ai server dell’Agenzia regionale di sanità (Ars) della Toscana ha causato la distruzione di numerosi dati epidemiologico-statistici. I tecnici sono al lavoro per il recuperarli da back up, dove erano stati salvati. Secondo quanto si apprende da fonti della Regione, l’attacco – che sarebbe avvenuto due giorni fa – non ha riguardato dati sensibili sanitari personali perché l’Ars non li tratta nelle sue attività di studio. È prevista una denuncia alla polizia postale.

Di pochi giorni fa invece cyber-assalto subito dalla Regione Lazio, senza precedenti in Italia: partito da una postazione aperta di un dipendente, ha messo a rischio la riservatezza dei dati sensibili dei residenti e ha bloccato il portale per le prenotazioni del vaccino per alcuni giorni. I responsabili hanno chiesto un riscatto in criptovalute. In particolare è stato attaccato il Ced, il centro elaborazione dati, che contiene le informazioni sanitarie su 5,8 milioni di persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Arrestato a Dubai il narcotrafficante Raffaele Imperiale: era tra i latitanti più pericolosi

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati: 7.260 nuovi casi e 55 morti nelle ultime 24 ore. Positività al 3,5%. In aumento ricoveri e terapie intensive

next