Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza con cui si prorogano le misure restrittive relative all’ingresso in Italia da India, Bangladesh, Sri Lanka e Brasile: rimane in vigore quindi la quarantena di 10 giorni per i Paesi extraeuropei, fatta eccezione per quelli della lista raccomandata dall’Unione europea per i quali la quarantena è ridotta a 5 giorni.

Rimane l’isolamento in formato ridotto anche per chi viene dalla Gran Bretagna, i cui certificati vaccinali e di guarigione potranno comunque essere utilizzati per ottenere il green pass sul territorio italiano, a differenza di quanto successo fino ad ora. Una decisione, quest’ultima, che si allinea a quella presa ieri dal governo di Boris Johnson che ammette l’ingresso sia dai Paesi dell’Unione che dagli Stati Uniti a condizione che sia stato completato il ciclo vaccinale.

Per i Paesi europei e dell’area Schenghen, oltre che per Canada, Giappone, e Stati Uniti è invece prorogato il regime di ingresso con i requisiti della certificazione verde.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pavia, morta 81enne ricoverata per ictus: “Nostra madre vaccinata con 4 dosi”. Disposta autopsia

next
Articolo Successivo

Giuseppe De Donno trovato morto: la procura di Mantova indaga per istigazione al suicidio

next