di Maurizio Contigiani

Sappiamo che è un colpo di Stato mascherato, ne conosciamo il sicario ma non sappiamo se a voler decapitare Giuseppe Conte e il Movimento 5 Stelle sia stata l’Europa, i poteri marcio/lobbistici italiani oppure entrambi perché, parliamoci chiaro, il Movimento 5 Stelle stava sulle scatole a tutti, compresi gli italiani che nella loro vita non possono fare a meno di un pizzico di illegalità, di una seppur piccola evasione fiscale, di un favore, di una raccomandazione che consenta di passare avanti a chi è migliore di te.

La riforma Cartabia è l’ultima, decisiva conferma che tutto questo è stato organizzato per restaurare quello che esisteva prima che i 5s iniziassero a dare un sostegno a chi non ce la faceva e a mandare in galera coloro che nessuno mai aveva osato perseguire. Adesso è tutto fin troppo chiaro, l’Europa chiede solo che i processi siano più brevi? Perfetto, dopo due anni dal primo grado, il 50% dei procedimenti a carico di personaggi ricchi o potenti, in condizione di permettersi avvocati di grido, saranno dichiarati improcedibili, l’altro 50%, i pezzenti, arriveranno a sentenza.

Questa grottesca soluzione per accorciare i processi e soddisfare l’Europa è sinergica all’impunità richiesta dal business prodotto dalla valanga di soldi del Recovery Fund e anche se qualcuno obietta che i delitti di mafia beneficeranno di questo “privilegio”, la ministra Cartabia specifica che il suo capolavoro non rientra nei procedimenti in cui è contemplato l’ergastolo e infatti il mafioso che si becca l’ergastolo è l’ultima ruota del carro, quello che spara e uccide, quello del quale non frega niente a nessuno.

I mafiosi non sono più i vari Riina, Provenzano, Bagarella, Graviano. Lo dicono tutti che la mafia è ovunque, nelle istituzioni, nella società civile, nella finanza, nell’industria, nelle multinazionali e forse anche in parlamento. La mafia che conta non prende l’ergastolo e questa legge è a misura loro, loro che gestiranno quella montagna di soldi, che oggi non pressano i governi per ammorbidire il 41 bis bensì per avere piena libertà di movimento all’interno di un business paragonabile solo al piano Marshall, con la differenza che allora c’era bisogno di ammazzare chi osava intromettersi nella gestione democristiano/americana ed oggi è sufficiente un calcio nel culo a qualche ragazzino eletto per sbaglio in parlamento nel 2018.

Il blog Sostenitore ospita i post scritti dai lettori che hanno deciso di contribuire alla crescita de ilfattoquotidiano.it, sottoscrivendo l’offerta Sostenitore e diventando così parte attiva della nostra community. Tra i post inviati, Peter Gomez e la redazione selezioneranno e pubblicheranno quelli più interessanti. Questo blog nasce da un’idea dei lettori, continuate a renderlo il vostro spazio. Diventare Sostenitore significa anche metterci la faccia, la firma o l’impegno: aderisci alle nostre campagne, pensate perché tu abbia un ruolo attivo! Se vuoi partecipare, al prezzo di “un cappuccino alla settimana” potrai anche seguire in diretta streaming la riunione di redazione del giovedì – mandandoci in tempo reale suggerimenti, notizie e idee – e accedere al Forum riservato dove discutere e interagire con la redazione. Scopri tutti i vantaggi!

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, Di Maio: “Sistema sta funzionando, la vaccinazione è l’unico modo per uscire dalla crisi”

next
Articolo Successivo

Incendi in Sardegna, presidente Solinas: “Un dramma enorme. Secoli di storia ambientale e paesaggistica andati in fumo”

next