Si è scatenato il putiferio e nell’occhio del ciclone c’è Damiano David dei Maneskin. Sì, perché il frontman della band romana ha commesso una terribile gaffe che il pubblico non ha esitato a sottolineare. Durante un concerto che si era tenuto a Berlino lo scorso 16 giugno e trasmesso su TikTok, Damiano ha cantato la cover di un brano di Kanye West dal titolo Black Skinhead (2013) senza censurare “stop all that coon shit”, dove la parola incriminata è coon, che in una sua accezione è fortemente dispregiativa e razzista, letteralmente “negro”.

Per questo il giovane ha fatto un passo indietro e ha scritto: “Ho appena visto cos’è successo e voglio scusarmi profondamente per l’offesa che ho cantato nella canzone di Kanye qualche mese fa. Ho cambiato il resto del testo perché non volevo risultare offensivo”, ha esordito in un tweet pubblicato nella serata di ieri 19 luglio. E poi: “Non avrei mai detto qualcosa del genere intenzionalmente. So che ciò che ho fatto è sbagliato e voglio scusarmi con tutti voi. Avrei dovuto informarmi meglio su ciò che stavo cantando. Ci scusiamo se abbiamo ferito o mancato di rispetto a qualcuno. Questa sarà una lezione per il futuro e faremo il nostro meglio per istruirci”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Jerry Calà a FqMagazine: “La donna più bella e importante della mia vita è Mara Venier. Di cosa mi pento? Di aver abbandonato i cinepanettoni”

next
Articolo Successivo

Zaniolo, la ex Sara Scaperrotta: “Giunta al termine della gravidanza ma Nicolò ha alzato un muro, mi ha bloccato ovunque”

next