“Fino a quando il numero delle morti per Covid non sarà ‘zero’ in tutte le Regioni italiane ci sarà ancora una battaglia incompiuta. Ma rispetto a bollettini drammatici, con centinaia di cittadini che perdevano la vita, ora siamo in un altro periodo di questa battaglia”, così il ministro della Salute Salute Roberto Speranza alla presentazione dello studio ‘I Cantieri per la Sanità del Futuro’ di Censis e Janssen Italia, fatta oggi al Cnel. Speranza ha sottolineato quindi che, pur essendo in una “fase diversa”, siamo ancora dentro “la sfida”. E i numeri ne sono la riprova: “Oggi siamo a 380 posti occupati in terapia intensiva, meno 90% rispetto a poche settimane fa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaticano e governo, il precedente dello scontro sul divorzio nel 1974. E l’interventismo su aborto, fecondazione assistita e unioni gay

next