“Probabilmente quando si fa una ordinanza di questo tipo bisogna dare del tempo per applicarla per non bloccare le persone nel momento in cui arrivano in Italia, ma le persone che arrivano devono essere testate senza dubbio”. Così il direttore della Prevenzione, Gianni Rezza, in conferenza stampa al ministero della Salute, rispondendo a una domanda sul perché l’ordinanza che introduce la quarantena per chi arriva dalla Gran Bretagna entri in vigore il 21 giugno, a fronte della partita di calcio Italia – Galles prevista per domenica 20 giugno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Rezza: “Ricoveri? La grande maggioranza riguarda persone non vaccinate” – Video

next
Articolo Successivo

Sicilia, Musumeci incassa l’ok della Corte dei Conti al bilancio 2019. Ma il verdetto è una batosta: “Criticità e irregolarità contabili”

next