Le riaperture di Londra possono attendere. Secondo quanto riferito dalla Bbc, ll governo britannico sta valutando un rinvio di quattro settimane per la revoca delle misure restrittive imposte nel Paese per contenere i contagi da Coronavirus e ancora in vigore.

La riapertura era inizialmente prevista per il 21 giugno. L’ultima fase del percorso di revoca delle restrizioni prevede la fine di ogni limitazione per i contatti sociali. Fonti di Downing Street hanno precisato che non c’è ancora una decisione definitiva e un annuncio è previsto per lunedì con varie opzioni sul tavolo, con quella del rinvio di quattro settimane che è al momento la più accreditata nel mezzo dei crescenti timori per la risalita dei contagi e la trasmissibilità della variante Delta. La proroga delle misure restrittive consentirebbe al programma di vaccinazioni di avere maggiore effetto.

Il rimbalzo causato dalla ex variante indiana venerdì ha visto i contagi risalire oltre gli 8.000 giornalieri. L’impatto su casi gravi, ricoveri in ospedali e morti è per ora contenuto – ma parzialmente – dall’effetto accelerato di una campagna di vaccini giunta sull’isola a oltre 70 milioni di dosi somministrate.

La variante Delta in Gran Bretagna oggi riguarda 9 casi di Coronavirus su 10. Secondo i dati riportati dalla Bbc, quasi due terzi delle persone infettate con la variante indiana non avevano ricevuto neanche una dose di vaccino. Repubblica riferisce che il 5,3% dei 33.206 di contagi da variante Delta registrati in Uk da febbraio a oggi, aveva ricevuto due dosi di vaccino, mentre il 22,7% ne aveva ricevuta una. Del totale sono state ricoverate 383 persone: 42 avevano completato il percorso vaccinale, 86 avevano ricevuto una dose e 251 nulla. Sempre secondo i numeri citati dal quotidiano della Fiat, 12 su 42 morti erano vaccinati. All’attuale tasso di crescita, la Gran Bretagna raggiungerà quota 15mila casi al giorno per il 21 giugno e per fine luglio arriverà ai livelli di contagio di gennaio. Senza allentamenti delle regole.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Uk, la variante Delta al 90% di prevalenza. “In tutto 42 decessi, 12 erano stati vaccinati”

next
Articolo Successivo

Boom di vaccinati ma Santiago del Cile torna in lockdown: terapie intensive allo stremo. “Misure tolte e frontiere aperte troppo presto”

next