Il mondiale di Formula 1 del 2021 perde un altro grande appuntamento. Dopo la cancellazione dei Gran Premi di Cina e Turchia, adesso tocca a quello di Singapore, anche questo cancellato a causa dell’emergenza Coronavirus. La decisione è sta comunicata dagli organizzatori della gara dopo un confronto con i vertici della Formula 1, che hanno ritenuto di dover rinunciare al gp del fine settimana dall’1 al 3 ottobre.

“Sappiamo che i nostri fan non vedevano l’ora di un’altra edizione del Gran Premio di Singapore di Formula 1 – fanno sapere gli organizzatori in una nota ufficiale -. Cancellare l’evento per il secondo anno è stata una decisione incredibilmente difficile, ma necessaria alla luce delle restrizioni prevalenti per gli eventi dal vivo a Singapore”.

“Sebbene la Formula 1 non abbia commentato specificamente quelle gare – ha comunicato il vice Presidente del GP di Singapore -, ha affermato che ‘continuerà a lavorare con tutti i promotori durante questo periodo e avrà diverse opzioni per gare aggiuntive”. L’intenzione della federazione sarebbe al momento quella di lasciare invariato il numero delle gare previste per il 2021, raddoppiando Austin o proponendo un nuovo appuntamento in Cina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

F1, oggi il Gran premio dell’Azerbaijan a Baku: gli orari e la diretta tv (Sky e TV8)

next
Articolo Successivo

Formula 1, a Baku Verstappen va a sbattere a tre giri dal termine, Hamilton dritto in curva dopo la ripartenza: vince Perez su Red Bull

next