Loris Dominissini, ex giocatore ed allenatore bianconero, è morto a 59 anni nell’ospedale di San Vito al Tagliamento (Pordenone) dove si trovava ricoverato per Covid-19. Da calciatore ricopriva il ruolo di centrocampista e ha raccolto con la maglia dell’Udinese 17 presenze tra i campionati 1983-84 e 1984-85, prima di passare al Messina e, successivamente alla Reggiana. Terminata la carriera nel 1996, nella stagione 1998-99 torna all’Udinese da allenatore per guidare la formazione degli allievi. Nel 2006 prende le redini della prima squadra, reduce dalla propria prima partecipazione alla Champions League, assieme a Nestor Sensini e subentrando a Serse Cosmi. Con il duo Dominissini-Sensini la squadra raccolse due pareggi in sei partite e fu poi affidata a Giovanni Galeone, che traghettó i bianconeri al 12mo posto finale.

(nella foto: Campionato Tim Cup 2002-2003, Juventus-Como)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Gianluigi Donnarumma e l’imposizione dell’essere bandiera: ora il Modigliani di Raiola è il mercenario per antonomasia

next