Un vero e proprio ‘assalto‘ alla Fiera di Bologna per il primo open day vaccinale in Emilia-Romagna con 1.200 dosi Johnson&Johnson disponibili. Il massiccio afflusso di persone – iniziato già prima della mezzanotte – ha spinto l’Ausl di Bologna a aggiungere altre 1.200 dosi del preparato della casa farmaceutica, in modo da ampliare la platea che si è ingrossata di ora in ora con migliaia di persone in coda. Soprattutto giovani che si sono recati all’hub bolognese nella notte per poter essere vaccinati. Intorno alla mezzanotte erano già una quarantina le persone giunte in fiera: i primi ad arrivare, a quanto si è appreso, hanno scritto il loro nome su un foglio creando una lista per rendere la fila la più ordinata possibile. Cosa che, con il passare dei minuti e l’afflusso sempre più consistente di centinaia di ‘vaccinandi’ non ha evitato il sorgere di alcune tensioni tra le persone in coda.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

2 giugno | ‘Dissi no ai nazisti e fui deportato’. Il diario del militare italiano prigioniero nei lager: ‘Non so come mi salvai’

next
Articolo Successivo

Sudan, conclusa senza successo la missione della Farnesina per riportare in Italia imprenditore veneto in carcere

next