È finita. Dopo aver riportato lo Scudetto nella bacheca nerazzurra, Antonio Conte lascia l’Inter con un anno di anticipo. È stato raggiunto l’accordo tra il club e l’allenatore salentino, in rotta sul piano tecnico con la società che, a causa dei debiti accumulati, ha pianificato un calciomercato estivo all’insegna delle plusvalenze e del ridimensionamento. Strategia che Conte ha sempre osteggiato con l’obiettivo di rendere la squadra ancora più competitiva, soprattutto in Europa. Secondo quanto trapela, a Conte andranno circa 7 milioni di buonuscita.

A niente sono servite le manifestazioni di protesta dei tifosi che, nonostante la vittoria del campionato, si sono riuniti oggi sotto la sede della società con striscioni di accuse nei confronti di Steven Zhang e chiedendo di trattenere il mister artefice della corsa scudetto. Ma nel pomeriggio è arrivato il comunicato della società: “FC Internazionale Milano comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale del contratto con l’allenatore Antonio Conte. Tutto il Club desidera ringraziare Antonio per lo straordinario lavoro svolto, culminato con la conquista del diciannovesimo Scudetto. Antonio Conte rimarrà per sempre nella storia del nostro Club”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Inter-Juve, aria di rivoluzione. Zhang prepara la spending review e Conte dà l’addio. Bianconeri, via Paratici: per la panchina c’è Allegri

next