Non solo Pd e M5s, anche dentro Forza Italia non è piaciuta la frase di Antonio Tajani “una famiglia senza figli non esiste”. Tanto che a scaricare gli azzurri oggi è stata Francesca Pascale, ex compagna di Silvio Berlusconi: “Ecco perché non voto più Forza Italia…”, ha scritto sul suo profilo Instagram con tanto di foto del numero due azzurro. L’ex fidanzata dell’ex Cavaliere ha scelto i social per comunicare la sua decisione e come sottofondo musicale ha optato per “The End” dei ‘Doors’.

In una storia successiva, sempre su Instagram, Pascale ha anche pubblicato la foto di una bandiera arcobaleno che sventola al sole con l’hashtag “ddl Zan” e come sottofondo una canzone di Fedez intitolata “Bella storia”. Pascale si è già espressa a favore della legge contro l’omotransfobia approvata alla Camera, sottolineando il rispetto della libertà di coscienza su temi delicati da sempre garantita dai vertici di Fi ai propri parlamentari. Dentro Forza Italia l’opposizione al ddl Zan non è compatta: il deputato azzurro Elio Vito ad esempio, ha già annunciato il suo appoggio al disegno di legge e domani 8 maggio prenderà la parola dal palco della manifestazione di Milano per il ddl Zan. Ieri le parole di Tajani hanno fatto molto discutere. Per l’ex ministra M5s Lucia Azzolina, “Forza Italia è questa cosa qua”. Mentre per il Pd ha parlato il senatore Filippo Sensi: “Ma come si fa?”, ha detto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ddl Zan fa un altro passo in Senato: sarà discusso “da solo” e non accorpato alle altre quattro proposte. Lega-Fi-Fdi contrari

next
Articolo Successivo

Senza dimora e migranti, i 500mila dimenticati dal piano vaccini: “In molte regioni impossibile prenotare, ma immunizzarli è interesse di tutti”

next