“Il mancato aggiornamento del Piano pandemico antinfluenzale è un tema che va affrontato con grande serietà, evitando di piegarlo alla polemica politica, come purtroppo avvenuto nelle ultime settimane. Anche perché è un tema che viene da lontano“, così in Aula al Senato, il ministro della Salute, Roberto Speranza, è intervenuto durante la discussione delle mozioni di sfiducia nei suoi confronti. Nello specifico il titolare del ministero ha risposto in merito al mancato aggiornamento del Piano, oggetto di tutte le mozioni che, puntualizza, “sottolineano come non sia stato aggiornato secondo le linee guida dell’Oms per molti anni”. Nello specifico 180 mesi, come ricorda Speranza, “durante i quali si sono alternati bene 7 governi, con diverse maggioranze parlamentari”. Quindi, evidenzia, oggi “è troppo facile oggi far finta di non vedere”.

Il ministro, poi sottolinea il delicato lavoro della magistratura, nel quale, dice “ho fiducia”. Ma se si parla di responsabilità politiche, sostiene, “non sono io a dovermi difendere” e “posso dire a testa alta che ora il Piano pandemico aggiornato c’è”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Porte girevoli nel mondo militare: forse qualche ‘segreta riserva’ si oppone a regolamentarle

next
Articolo Successivo

Sfiducia a Speranza, il ministro: “Politica non è gioco d’azzardo sulla pelle dei cittadini. Non dividiamo il Paese con la pandemia in corso”

next