Un po’ berlina, un po’ station wagon e, inevitabilmente, anche un po’ Suv. Attinge a tante identità la nuova Citroen C5 X, che scommette sul comfort di marcia per configurarsi come la stradista per eccellenza all’interno del suo segmento di appartenenza. Che è quello delle auto attorno ai 4,8 metri di lunghezza. Sul mercato italiano arriverà nella seconda metà del 2021, forte di uno stile che strizza l’occhio agli sport utility, come confermano la generosa altezza da terra e le ruote da 19”. Ma nell’impostazione stilistica c’è anche tanto della nuova C4, specie al capitolo fanaleria.

Larga 1,87 e alta 1,49 metri, la C5 X promette una grande spaziosità interna per via del passo, da 2,79 metri. Il secondo ingrediente per garantire benessere ai passeggeri sono i sedili Advanced comfort, che prevedono imbottiture e rivestimenti pensati per affrontare i lunghi viaggi. Tuttavia, anche chi siede dietro può contare su centimetri in abbondanza per gambe, spalle e testa. Mentre il tetto apribile di vetro contribuisce a rendere luminoso l’abitacolo. Attenzione progettuale pure per quanto concerne l’insonorizzazione, garantita dai vetri anteriori e posteriori laminati. Dal portellone posteriore elettrico si accede al vano bagagli da ben 545 litri di capacità (che diventano 1.640 con lo schienale del divanetto reclinato).

Curata la tecnologia di bordo: fra i gadget di ultima generazione è da segnalare l’Extended head up display, che proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza, su un’area ben 21″. Inedita l’interfaccia multimediale (si aggiorna tramite Cloud), che include un touch screen da 12″, la piena compatibilità con smartphone e il caricatore wireless per lo stesso. Il sistema multimediale è dotato di riconoscimento vocale avanzato. Basata sulla piattaforma Emp2, l’ultima nata in casa Citroen prevede le sospensioni advanced comfort e, sulle versioni ibride plug-in, quelle “attive”, tarate per garantire un effetto “tappeto volante”.

Completo il corredo di ausili elettronici di guida, che include dispositivi come la frenata automatica di emergenza, cruise control adattivo e sistema di mantenimento della propria corsia di marcia. Due le motorizzazioni al lancio: una a benzina, i cui dettagli tecnici sono ancora da definire, e una ibrida plug-in da 225 CV di potenza, capace di percorrere circa 50 km in modalità di marcia 100% elettrica, fino a una velocità massima di 135 km/h. I prezzi di listino saranno comunicati in un secondo momento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Hyundai Bayon, lo sport utility urbano e poliglotta. Con un tocco di ibrido – Foto

next
Articolo Successivo

Mercedes EQS, l’ammiraglia elettrica di lusso è una finestra sul futuro della Stella

next