Parlare di allentamenti per il mese di aprile, nel giorno in cui purtroppo si contano altri 500 morti, non mi sembra un’idea intelligentissima. Altra cosa è discutere di zone più piccole, ma Salvini vuole fare politica su una cosa che invece va lasciata alla scienza. Il nostro lavoro è quello di cercare di risolvere i problemi, non di nasconderli”. Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, nella trasmissione “Otto e mezzo”, su La7, risponde a Lilli Gruber che gli chiede se oggi nel Consiglio del Ministro è prevista la possibilità di allentare le restrizioni anche nel mese di aprile, come ha più volte invocato il leader della Lega Matteo Salvini.


Riguardo al lavoro, Orlando puntualizza: “Dopo giugno, quando finirà il blocco dei licenziamenti, dovremo fare rapidamente una riforma degli ammortizzatori sociali. Per le grandi aziende ci sono già e ripartirà il contatore della Cig che adesso è stato azzerato. Potranno ricominciare a utilizzare da capo le ore di cui dispongono. Per le aziende più piccole bisogna creare degli ammortizzatori adeguati per rispondere alla crisi di oggi. Dobbiamo farlo, i soldi vanno messi lì. Dare gli stessi diritti ai lavoratori delle grandi e delle piccole imprese è è un passaggio storico. Questa è una grande battaglia di sinistra”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dati Covid falsati in Sicilia, l’autodifesa di Musumeci a La7: “Noi i primi a fare le zone rosse mentre il resto d’Italia voleva stare in arancione”

next
Articolo Successivo

Il governo Draghi ha già esaurito la sua spinta propulsiva?

next