È questo il futuro che sognavamo da bambini? Possedere scarpe griffate vendute a poco meno di 8 euro da indossare solo virtualmente. Gucci, che da quando è “in mano” ad Alessandro Michele sta andando a grandi falcate verso il futuro e speriamo non inciampi, si è messo a collaborato con uno studio bielorusso che crea modelli 3D in realtà aumentata, Wanna, il cui CEO Sergey Arkhangelskiy sostiene che una buona parte degli introiti dei brand di moda in futuro proverranno proprio dai prodotti digitali. E se ti azzardi a chiedere “ma cosa te ne fai di un paio di scarpe 3D?“, ti danno del “boomer” anche se hai 20 anni. Le scarpe virtuali le indossi nel mondo virtuale: scarichi la app di Wanna o di Gucci, le indossi, ti fotografi, posti la foto sui social (orde di influencer dono già pronti a scattare) oppure incontri i tuoi “amici” della realtà aumentata con le nuove scarpe Gucci Virtual 25. Sono coloratissime. Giovanissime. Non c’è neanche bisogno di specificare il target: giovani con una voglia pazza di portare scarpe del brand fiorentino ma un portafoglio che non permette di comprarle vere. Insomma, il primo accessorio digitale è in vendita. E non commentate, “boomer”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festa del Papà, la dedica dell’ex premier Conte al padre: Il toccante post con una poesia e la foto insieme

next