E se scappassimo dalla Terra e andassimo su Marte?” Inizia da questa domanda il nuovo e virale cortometraggio del movimento Fridays For Future. Ieri il Rover Perseverance della Nasa è atterrato su Marte, unendosi all’orbiter Hope degli Emirati Arabi Uniti e all’orbiter cinese Tianwen-1 e al duo rover, anch’essi appena arrivati. Sembra una buona notizia, ma – è il messaggio sarcastico del corto – “è solo una buona notizia per coloro che sono miliardari o leader mondiali, il famoso 1%. Tutti gli altri sono semplicemente sfortunati: il 99% dovrà rimanere sulla Terra, allora faremo meglio a salvare questo Pianeta, non abbiamo scelta”

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calabria sospende autorizzazioni per impianti eolici ed elettrodotti: “Preservare il paesaggio”. Ma i precedenti sono risultati incostituzionali

next
Articolo Successivo

C’è da essere ottimisti o no sul ministero della Transizione ecologica?

next