Open Arms, con a bordo i 146 migranti salvati in più interventi, è a Porto Empedocle, città dell’Agrigentino assegnata alla ong quale “porto sicuro“. Ma per lo sbarco dalla nave dovranno prima attendere che un centinaio di persone, che hanno ultimato il periodo di sorveglianza sanitaria anti-Covid, scendano dalla nave quarantena “Allegra” per essere trasferiti in strutture d’accoglienza di Toscana ed Emila Romagna. Dalla nave quarantena ieri sono già scese altre 130 persone. I migranti salvati dalla Open Arms, a eccezione dei minorenni, sono destinati a essere ospitati nella struttura d’accoglienza di Casteltermini (in provincia di Agrigento). In serata, poi, con il traghetto di linea, giungerà a Porto Empedocle da Lampedusa un altro centinaio di migranti. Anche loro saranno trasferiti sulla Allegra. A garantire la regolarità di tutte le operazioni, occupandosi anche delle identificazioni, è la polizia

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nas ispezionano 390 sedi di guardie mediche: irregolarità in 1 su 4, da locali inadeguati a farmaci scaduti

next
Articolo Successivo

Covid, Galli: “Ho il reparto invaso da nuove varianti. A breve avremo problemi più seri”

next