Il presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, ha nominato l’ambasciatore Luigi Mattiolo suo consigliere diplomatico e rappresentante personale per i vertici G7 e G20. Mattiolo è attualmente ambasciatore italiano in Germania, carica che ricopre dal 2018 dopo aver passato tre anni alla guida della delegazione diplomatica italiana in Turchia. Nato a Roma nel 1957 il nuovo consigliere ha iniziato la sua carriera nel 1981. Un anno più tardi la prima esperienza all’estero presso l’ambasciata italiana a Mosca. Nel 2008 la nomina come ambasciatore in Israele. Nel mezzo una lunga serie di incarichi tra Farnesina, Unione europea, Onu e consiglio Atlantico.

Nel suo messaggio in occasione dell’incarico a Berlino si legge tra l’altro: “Si tratterà anzitutto di soddisfare il comune interesse ad avvicinare l’Europa e le sue Istituzioni alle aspettative delle cittadine e dei cittadini. Italia e Germania hanno contribuito a fondare l’Europa unita e hanno quindi una particolare responsabilità nel collaborare a metterla in grado di far fronte alle nuove sfide e agli scenari del mondo globale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Altro che ‘governo dei migliori’: ecco quello senz’anima

next
Articolo Successivo

Genova, il centrodestra vuole un’anagrafe che equipara fascismo e comunismo: il Pd si astiene (per errore). Silurata la capogruppo

next