“Il sì del M5s al governo Draghi dopo il voto su Rousseau? Bene, è un voto positivo. Ora bisogna rafforzare l’asse e il polo progressista con M5s e LeU, anche in vista delle prossime elezioni amministrative e delle prossime politiche, quando saranno”. Così, Walter Verini, al termine della direzione del Partito democratico. “La divisione nel gruppo M5s, emersa anche nel voto, rischia di rendere meno compatta la vecchia maggioranza? Credo che il M5s sia di fronte a una prova di ulteriore maturazione, ma l’esito è chiaro”, ha aggiunto pure Gianni Cuperlo, in merito al via libera dato dagli iscritti pentastellati al prossimo esecutivo.
Eppure, in vista della prossima coabitazione tra le forze della vecchia maggioranza insieme a Lega e Forza Italia, lo stesso Cuperlo avverte: “Troppe le differenze con Salvini, resto convinto che un esecutivo in cui il Pd si ritroverà insieme alla destra improvvisamente convertita all’europeismo possa essere soltanto un governo di scopo“, ha aggiunto Gianni Cuperlo.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Torino, post sul gruppo Gedi: la comunità ebraica denuncia la consigliera M5s per diffamazione aggravata dall’odio razziale

next