“Io domani su Rousseau voterò no, perché non posso accettare quello che ho definito un assembramento parlamentare pericoloso“. Lo ha spiegato Alessandro Di Battista, intervistato da Andrea Scanzi in diretta Facebook sul proprio canale, a proposito della consultazione su Rousseau sul sostegno al governo Draghi. “Pur rispettando una persona autorevole e preparata, uno si può anche opporre. E mi oppongo in virtù delle scelte che Draghi ha preso in passato. Oggi viene descritto come un santo, un apostolo ma io non dimentico quello che ha fatto come direttore generale del Tesoro. È stato l’artefice di una stagione di privatizzazioni che ha aumentato il gap tra ricchi e poveri”. L’ex deputato ed esponente del Movimento 5 stelle ha poi definito “ragionevole” l’ipotesi dell’astensione. “Riconosco, da non eletto, le posizioni dei parlamentari, ritengo per questo che l’opzione dell’astensione sia ragionevole

video Facebook Andrea Scanzi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista