Il senatore di Forza Italia, Luigi Vitali, aveva annunciato, ieri sera, di aver lasciato il gruppo per “sostenere il professor Conte”. Nella mattinata, il dietrofront: “Mi hanno chiamato Berlusconi e Salvini, resto”. Nei giorni passati Vitali si era detto scettico sulla possibilità di appoggiare il premier uscente. “C’è una parte di Forza Italia pronta ad appoggiare Conte? Questo lo dite voi”, spiegava il senatore ai giornalisti. E continuava: “Perché esce il mio nome tra i ‘responsabili’? Mai dire mai”. “Io ho detto dal primo momento che se il presidente Conte fa proposte che riguardano un’inversione di tendenza sulla politica giudiziaria io sarei disponibile a vedere il punto – concludeva – ma siccome il presidente Conte pensa che si toglie Bonafede e se ne mette un altro ma la politica sulla giustizia rimane la stessa, non ci troveremo mai”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crisi di governo, il senatore Luigi Vitali lascia Forza Italia: “Ho deciso di sostenere Conte”

next
Articolo Successivo

Consultazioni, la diretta – Zingaretti: “Pd sostiene Conte”. Renzi: prima mandato esplorativo a un’altra persona. Il premier telefona ai leader di maggioranza

next