Una piazza per ricordare e onorare la memoria di Kobe Bryant e di sua figlia Gianna, scomparsi in un incidente aereo il 26 gennaio di un anno fa. È l’iniziativa del Comune di Reggio Emilia, tra le prime città a dedicare uno spazio al campione Nba. Kobe Bryant era da sempre legato alla città emiliana, è qui che trascorse la sua infanzia giocando nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana, quando il padre Joe era giocatore professionista nella prima squadra allora Cantine Riunite.

Lo spazio intitolato a Kobe e Gianna Bryant è la nuova piazza creata nel centro storico della città, nel tratto conclusivo di via Guasco, proprio davanti al Palazzetto dello Sport. La piazza, divenuta pedonale e arricchita da nuovi alberi a seguito di un intervento di riqualificazione urbana realizzato dal Comune, ospita già un Ginkgo biloba dedicato al campione e a sua figlia. Si chiamerà “largo Kobe e Gianna Bryant”.

Alla cerimonia di intitolazione interverranno il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, e il presidente della Camera di commercio, Stefano Landi, in rappresentanza della Pallacanestro Reggiana. Con loro, saranno presenti alcuni amici del campione. Nel corso della cerimonia verrà inoltre inaugurata una mostra fotografica en plein air “Reggiano Forever”, con maxi immagini dedicate a momenti di sport e vita di Kobe Bryant a Reggio Emilia. La mostra sarà accompagnata da narrazioni della vita del campione. A fine giornata, nel Palazzetto dello Sport, si terrà l’evento streaming Reggiano Forever – Reggio Emilia ricorda Kobe Bryant, in cui diversi amici del campione racconteranno e ricorderanno il legame di Bryant con la città.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, la decrescita felice è diventata un triste ridimensionamento? Gattuso e Giuntoli traballano, De Laurentiis tace, la città critica

next
Articolo Successivo

Autonomia del Coni, sul tavolo del Consiglio dei ministri anche il decreto per scongiurare la sospensione dell’Italia dal Comitato olimpico

next