Nove presenta in esclusiva Papa Francesco in un viaggio alla scoperta di vizi e virtù, luci ed ombre dell’esistenza umana. La serie “Vizi e virtù – Conversazione con Francesco” è un’inedita riflessione del Santo Padre con don Marco Pozza, cappellano del carcere “Due Palazzi” di Padova, su temi fondanti della dottrina cattolica che riguardano il senso dell’esistenza di ciascuno di noi. La serie verrà proposta sul Nove in tre prime serate e si snoda attraverso sette episodi dedicati al confronto tra vizi e virtù, come li ha interpretati e affrescati il genio creativo di Giotto nella Cappella degli Scrovegni di Padova. È proprio il delicato rapporto che intercorre tra i sette vizi (Ira, Disperazione, Incostanza, Gelosia, Infedeltà, Ingiustizia, Stoltezza) e le sette virtù (Prudenza, Giustizia, Fortezza, Temperanza, Fede, Speranza e Carità) il motivo conduttore dell’intimo dialogo tra Papa Bergoglio e don Pozza. “Siamo caduti nella cultura dell’aggettivo, ci siamo dimenticati dei sostantivi” – afferma il Papa – “Non ci dimentichiamo che sei una persona, tu sei un uomo, sei una donna. È più importante essere uomo o donna che non avere questi vizi e virtù. Dio non ama l’aggettivazione della persona, ama la persona, come è”. Con un tono fresco e spontaneo, il confronto tra il Santo Padre e don Marco è il punto di partenza di ogni puntata, che lascia poi spazio a storie di persone dall’esistenza in bilico tra vizi e virtù. Un vero e proprio percorso di riflessione, all’interno del quale ogni spettatore riscoprirà qualcosa che lo riguarda da vicino.

Per Officina della Comunicazione si tratta di un “progetto che costituisce una nuova occasione di collaborazione con il canale NOVE del gruppo Discovery. Dopo la serie “I grandi Papi” e dopo il documentario “Tutto il mondo fuori”, nel quale è nata la collaborazione con don Marco Pozza, abbiamo affrontato questa nuova avventura produttiva che ci auguriamo possa rivolgersi ad un pubblico ampio ed eterogeneo”.

Laura Carafoli, SVP Chief Content Officer Discovery si dice “onorata di ospitare sul Nove il Santo Padre, grazie ad un’opera importante che abbiamo voluto proporre con un taglio intimista e un linguaggio innovativo. Rinnoviamo la collaborazione con Officina della Comunicazione e don Marco Pozza, con un nuovo tipo di racconto religioso in tv che attraverso la voce del suo massimo protagonista, qui parte attiva e non mediata, entra nelle case degli italiani con un tono colloquiale del tutto inedito, rendendo accessibili al grande pubblico messaggi fondamentali per ognuno di noi”.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, il segreto di Tommaso Zorzi: “Mi ha sbattuto a terra e preso a calci, mi sono aperto il mento”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la previsione di Miozzo (Cts): “A fine primavera ricominceremo a respirare”

next