Ieri è stata respinta un’operazione che voleva far cadere il governo, adesso il problema è come si ricostruisce una maggioranza, perché quella emersa ieri non è una maggioranza stabile, non è una maggioranza assoluta e non è sufficiente a finire la legislatura con un governo solido”. Così Matteo Orfini commenta il voto di ieri in Senato e lo stato dell’arte nel governo Conte. “Spero che ora tutti comprendano che prima di un problema politico c’è un problema artimetico, cioè che i numeri non ci sono nella misura che servirebbero per garantire stabilità al Paese e che quindi si superino queste fasi muscolari e di divisioni e si torni a ragionare insieme. È un bene per questo Paese se il governo cade? Io credo di no” conclude Orfini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Veneto, cantò ‘Faccetta nera’ in radio: l’assessore regionale Elena Donazzan chiede scusa: “Accade nella vita di sbagliare” – Video

next
Articolo Successivo

Governo, Bettini (Pd) a SkyTg24: “Rottura con Renzi è troppo profonda, non si può superare e far finta di niente”

next