Il caso del voto favorevole alla fiducia chiesta dal governo Conte del senatore del gruppo Misto, Lello Ciampolillo, e passato attraverso un’esame delle immagini tv del Senato ha suscitato scalpore, ma l’ex M5s si difende: “La dinamica è semplice: si può votare al termine della seconda chiama, ho chiesto di votare e ho votato, non sono arrivato tardi, si può votare fino alla fine. Ero sicuro di quello che stavo facendo e questa Nazione ha bisogno di un governo che operi e non di queste sceneggiate da Prima Repubblica”. Un ritorno nei 5 stelle? “Vedremo”, afferma Ciampolillo, che aggiunge: “Il mio appoggio al governo sarà su tutti i temi che riterrò opportuni”. La senatrice di Forza Italia, Maria Rosaria Rossi, si trincera dietro un annuncio: “Farò una conferenza stampa”. Spiegherà il suo voto favorevole al governo guidato da Giuseppe Conte. Mentre l’altro voto azzurro è giunto dal senatore Andrea Causin: “Ho votato sì perché aprire una crisi in questo momento e lasciare allo sbando le istituzioni è un atto molto pericoloso”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili