“Passaporti sanitari” per coloro che si sottoporranno al vaccino anti-Covid. Lo ha deciso il governo danese che così prende posizione sulla possibilità di creare un elenco di vaccinati per permettere i viaggi all’estero dopo le polemiche degli scorsi mesi, con i contrari che ritengono il provvedimento discriminatorio nei confronti di coloro che decidono di non iniettarsi il farmaco.

L’annuncio è arrivato dal ministro della Salute e degli Anziani di Copenaghen, secondo quanto riferito dal Guardian. Il membro del governo ha specificato che i nuovi documenti saranno disponibili entro fine gennaio e permetteranno ai cittadini vaccinati di viaggiare all’estero durante la pandemia nei Paesi che lo richiederanno. Chi è stato vaccinato potrà scaricare e stampare il documento per usarlo nelle circostanze in cui sarà necessario dimostrare la sua immunizzazione: “Lo scopo del passaporto sanitario danese – ha sottolineato il ministero – è quello di garantire che tu come cittadino possa documentare in modo semplice e sicuro che sei stato vaccinato, ad esempio se stai andando all’estero ed è richiesta questa documentazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, in dicembre primo calo degli occupati dallo scorso aprile. Il 2020 uno dei peggiori anni di sempre per il lavoro

next