Nel primo bollettino diffuso dal ministero della Salute nel 2021 continua a salire il rapporto tra persone testate e nuovi casi di coronavirus, come accade ormai da qualche giorno. I contagi registrati nelle prime 24 ore del nuovo anno sono infatti 22.211, trovati processando 157.524 tamponi. Il dato porta il totale dei casi da inizio pandemia a 2.129.376. Il tasso di positività è dunque del 14,1%, in crescita di quasi due punti rispetto a ieri quando con 23.477 casi e 186.004 test era al 12,6%, a sua volta in aumento di tre punti rispetto al 9,6% di due giorni fa. Nelle ultimi 48 ore, quindi, il rapporto positivi/tamponi è cresciuto di quasi cinque punti.

Lieve calo nei ricoveri – Nel primo giorno dell’anno sono invece 462 i decessi registrati: il numero complessivo delle vittime in Italia sale così a 74.621. Salgono per il secondo giorno consecutivo anche le persone attualmente positive: ad oggi sono 574.767, 4.871 in più rispetto a ieri. Anche il 31 dicembre si era registrato un aumento, ma di 5.501. Tornano a calare, invece, i ricoveri con sintomi Covid negli ospedali italiani: sono infatti 329 i pazienti in meno nelle ultime 24 ore per un totale di 22.822. Lieve calo anche nelle terapie intensive con 2 ricoveri in meno per un complessivo di 2.553: 145 gli ingressi odierni. I guariti o dimessi sono aumentati di 16.877 raggiungendo quota 1.479.988.

Quasi tutte Regioni hanno tutte incrementi a tre cifre – Il Veneto si conferma la regione con il maggior incremento quotidiano di casi Covid con 4.805 nuove infezioni in 24 ore. Seguono Lombardia con altre 3.056 nuove infezioni, Emilia-Romagna (+2.629), Lazio (+1.913), Campania (+1.734), Puglia (+1.395), Sicilia (+1.122) e Piemonte (+1.058). Solo la Valle d’Aosta vede un aumento di casi a due cifre (+17): tutte le altre regioni hanno visto aumento a tre cifre.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccini anti-Covid, in tempo reale tutti i dati ufficiali della campagna in corso. I numeri regione per regione e il confronto con gli altri Paesi

next
Articolo Successivo

In Italia si usano ancora troppi antibiotici e in modo inappropriato. Boom di sovrautilizzo nella prima fase della pandemia

next