Bat boxes, le chiamano. Sono di legno e rigorosamente “marchiate” con il logo della casa di lusso inglese, ma soprattutto sono rifugi per pipistrelli installati nel complesso della fabbrica di Crewe. Avete letto bene, e ha pure un senso: nei dintorni dell’impianto ci sono già circa 300 mila api, come pure tanto verde e 30 mila pannelli solari. Il “green commitment” del marchio è abbastanza chiaro dunque, anche in considerazione del fatto che nella località inglese si punta sulla biodiversità. Ma l’idea di andare oltre e instalare le casette di legno ce l’ha avuta il responsabile della pianificazione del sito Andrew Robertson, soprattutto perché a Crewe ci sono diverse popolazioni di uccelli, tra cui pipistrelli e cinciallegre blu. Una bella iniziativa per ridurre l’impatto ambientale e diventare carbon-neutral, a cui ne seguirà presto un’altra: raccogliere l’acqua piovana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Infantry Squad Vehicle, un mezzo col motore progettato a Torino per l’Esercito Usa

next
Articolo Successivo

Kia, oltre 300 droni disegnano il nuovo logo nel cielo di Incheon – VIDEO

next