Arriviamo così nel nostro paese, più precisamente a Venezia, dove Andrea Segre, bloccato in casa ma non fermato dal lockdown, camera a spalla ha cucito i frame in una storia sulla Serenissima e la vita in laguna. Ma il filo conduttore di Molecole è la profondissima riflessione, da figlio, su suo padre, un chimico veneziano trasferitosi a Padova che studiava i movimenti delle molecole. “Piccoli invisibili elementi naturali che noi non vediamo, ma che determinano l’evoluzione del mondo… Come e perché le molecole si uniscono ad altre molecole formando la materia”. In effetti Segre fa lo stesso con il suo lavoro documentaristico. Molecole sociali altrimenti invisibili rimesse insieme, in cerca di un senso umano. Un doc soffuso, il suo, per scoprire una scheggia d’Italia da un punto di vista inedito e in un momento storico unico. Speriamo irripetibile.

INDIETRO

Uno sguardo ai film di fine 2020: dalla Marvel a Casa Cupiello, passando per il sequestro di B.

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PADRINI FONDATORI

di Marco Lillo e Marco Travaglio 15€ Acquista
Articolo Precedente

Natale e Capodanno al cinema? No, ma basterà accendere il computer per vedere tantissimi film. Ecco il palinsesto

next
Articolo Successivo

Morto Corrado Olmi, addio al grande attore che lavorò con Totò, Dario Fo e Vittorio Gassmann

next