L’attore Daniel Mc Vicar, conosciuto per il ruolo di Clarke Garrison interpretato nella soap ‘Beautiful’, è stato assolto dall’accusa di maltrattamenti nei confronti dell’ex moglie. Il processo a carico del 64enne è stato celebrato dal tribunale di Torino, dove l’attore si era stabilito con la famiglia. A dare origine al procedimento era stata nel settembre del 2014 una denuncia – ritirata nel corso della causa – della seconda moglie dell’attore, una torinese, ex insegnante di pattinaggio.

Dall’imputazione di maltrattamenti Mc Vicar è stato assolto perché il fatto non sussiste. È stata pronunciata una condanna a un mese di reclusione solo per brevissimi periodi di mancato versamento degli alimenti. La stessa procura aveva chiesto l’assoluzione da tutti i capi d’accusa. “Possiamo parlare – commenta l’avvocato Elisa Civallero – di conclusione assolutamente positiva. La violazione degli obblighi di assistenza si riferisce a certi mesi in cui c’erano state difficoltà a versare le somme. Valuteremo il ricorso in appello”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Belen Rodriguez su tutte le furie: “Rosicone, sei un povero fallito, codardo. Caccia fuori le pa**e”. Ecco con chi ce l’ha

next
Articolo Successivo

Giulia De Lellis: “Ci sono dei corrieri ladri. Mi arrivano pacchi vuoti”

next