“L’obiettivo è riaprire le scuole in presenza. Si sono chiesti sacrifici per questo, ma si dovrà poi valutare la situazione epidemiologica anche a livello locale”. Lo ha sottolineato Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, durante la conferenza stampa sull’analisi dei dati del monitoraggio regionale settimanale, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla possibilità di tornare a scuola in presenza a gennaio. “Tenere comportamenti prudenti nel periodo festivo servirà per creare le condizioni epidemiologiche per la riapertura su tutto o gran parte del territorio nazionale”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pranzo di Natale, chi potremo invitare a casa? Cosa si può fare e cosa no con il nuovo decreto

next
Articolo Successivo

Milano, “stesa” in stile camorristico nella notte: sparano all’impazzata 14 colpi d’arma da fuoco – Video

next