“L’obiettivo è riaprire le scuole in presenza. Si sono chiesti sacrifici per questo, ma si dovrà poi valutare la situazione epidemiologica anche a livello locale”. Lo ha sottolineato Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, durante la conferenza stampa sull’analisi dei dati del monitoraggio regionale settimanale, rispondendo alle domande dei giornalisti sulla possibilità di tornare a scuola in presenza a gennaio. “Tenere comportamenti prudenti nel periodo festivo servirà per creare le condizioni epidemiologiche per la riapertura su tutto o gran parte del territorio nazionale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pranzo di Natale, chi potremo invitare a casa? Cosa si può fare e cosa no con il nuovo decreto

next
Articolo Successivo

Milano, “stesa” in stile camorristico nella notte: sparano all’impazzata 14 colpi d’arma da fuoco – Video

next