Sono 12.030 i nuovi casi di coronavirus accertati oggi in Italia, frutto di 103.584 tamponi processati. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati anche altri 491 morti: sono più di 65mila dall’inizio della pandemia. Ieri, domenica 13 dicembre, i casi rintracciati erano 17.938 a fronte di 152mila test processati, con un tasso di positività all’11,74%. Oggi il rapporto tra positivi e tamponi resta stabile e si assesta all’11,6%. Rispetto a lunedì scorso ci sono 1690 contagi accertati in meno (erano 13.720 con 111.217 test effettuati): una settimana fa il tasso di positività era al 12,3%.

In terapia intensiva oggi sono ricoverati 3.095 pazienti: il bollettino del ministero della Salute segnala 138 pazienti che sono entrati nei reparti di rianimazione. Il saldo tra ingressi e uscite comunque segna un -63. Come da consuetudine del lunedì, aumentano invece i ricoverati in area medica: oggi sono 27.765, 30 in più rispetto a ieri. Sono comunque oltre 2.700 in meno rispetto a sette giorni fa. Le persone che attualmente hanno il virus in Italia sono più di 675mila.

Il Veneto resta ancora la regione con più casi accertati: sono 2.829 a fronte di 9.228 tamponi processati. Una settimana fa, lunedì scorso, i nuovi contagi erano 2.550 con un numero di test praticamente identico (9.263). Solo altre 3 regioni restano sopra i mille contagi giornalieri. C’è l’Emilia-Romagna, con 1.574 nuovi positivi frutto di 10.517 tamponi. Poi il Lazio che registra 1.315 nuovi contagi su 13.565 tamponi. Infine la Campania: 1.088 nuovi casi accertati, ma anche 15.472 tamponi processati, il numero più alto di test effettuati oggi da una regione. La Lombardia infatti ha processato solamente 11.317 tamponi e anche per questo motivo oggi torna sotto i mille casi giornalieri: 945 nuovi contagi. Resta però, insieme ancora al Veneto, la regione dove ci sono più ingressi in terapia intensiva: 21 in un giorno. Poi c’è la Puglia con 17, seguita da Lazio (15), Sicilia ed Emilia-Romagna (12), dove oggi si registra anche il maggior numero di decessi: 73 in 24 ore.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Veneto, obitori pieni a Treviso e Montebelluna. Medici denunciano: “Non ci sono più posti per i malati Covid”. L’azienda sanitaria smentisce

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, se lo rifiuti e ti ammali dovrai pagarti le cure: la proposta di San Marino

next